Aderisci anche tu al progetto!

ilpensiero_big

Le dinamo spirituali nascono come risposta concreta ad un bisogno “condiviso” di portare luce nelle zone buie che ci circondano.
Ma chi può portare la luce?
Noi?
Purtroppo la nostra luce spesso è una luce fioca, opaca: perché fatta di povertà umane, di stanchezza dell’essere “limitato” per cui non potrebbe mai e poi mai illuminare in modo risolutivo le zone ombrose del prossimo; la nostra luce è spesso solo buona volontà spesa per cambiare le cose, aiutare le persone o anche semplicemente per migliorare noi stessi, ma questa volontà si scontra con la sua origine: la realtà umana, con il peccato inteso come quelle serie di azioni che compiamo e che ci portano lontano dalla pienezza.
Semplicemente peccare è un non fare centro rispetto alla possibilità giornaliera di poterlo fare! Allora come fare per essere luce per il mondo?
E’ solo facendo riferimento continuo a Cristo che possiamo esserlo! E’ solo in un’obbedienza che possiamo sperimentare la Luce vera (quella del Cristo) che è capace di trasformare in vita le situazioni di morte, sofferenza, amarezza, delusione che ci circondano.
E’ nella fedeltà oltre ogni impegno e fatica umana , è nello stare lì, in quella dimensione di fedele dialogo tra Creatore e creatura che possiamo veramente diventare sale e luce della terra.
Senza di Lui non possiamo nulla e Lui ha bisogno del nostro essere, della nostra persona per poterci trasformare in punti luminosi per il mondo.
Abbiamo una dinamo da far lavorare, a noi il compito di pedalare, a Lui il compito di trasformare il nostro “moto” in qualcosa di stra-ordinario.
Più siamo a pedalare più Luce irradierà il mondo ma ci accorgeremo anche di durare meno fatica, perché sarà la comunione con gli altri a rendere più leggero il nostro “pedalare”.

chisiamo_big

Siamo cellule, piccoli gruppi, appunto DINAMO sparsi per il territorio lucchese che si ritrovano insieme per pregare una volta alla settimana il S. Rosario.

In questa obbedienza portiamo al Signore: i bisogni del caso, le situazioni che ci circondano e invochiamo lo Spirito affinché ci doni la grazia di saper leggere nei tempi. I gruppi si ritrovano in casa in un numero massimo di 20 persone. (il limite è dettato dalla necessità di rimanere un luogo intimo, non dispersivo e quindi una preghiera il più possibile attenta, condivisa e sopratutto per dare la possibilità di aprire nuove dinamo sul territorio)

ilprogetto_big

 

Vorremmo avviare un numero di dinamo capaci di riuscire a coprire ogni giorno della settimana affinché la Luce non manchi mai in nessun momento sul territorio lucchese e poi chissà…che queste dinamo si moltiplichino su suolo Italiano e Mondiale poiché: “Dove due o tre sono riuniti nel mio Nome…io sarò con loro” e noi Gesù abbiamo veramente bisogno di Te.

pdfLogoLinee Guida per nuove dinamo: come funziona, cosa serve (clicca su logo PDF per download del documento)

6 commenti

  • frei Gabriel scrive:

    Bisogna illuminare il mondo manifestando con la nostra vita il Cristo. La Luce é giá venuta: noi dobbiamo essere sua trasparenza. Che si accenda la luce offuscata in ogni persona redenta. Un forte abbraccio frei gabriel

  • fra Francesco scrive:

    Carissimi,
    mi unisco alla vostra preghiera e di cuore vi benedico.
    Il Signore estenda a questa iniziativa la fecondità del vostro amore.
    un abbraccio

  • Renato scrive:

    Parlate di “riferimento continuo a Cristo”, luce del Cristo, dialogo col Creatore, bisogno di Gesù… tutto giusto ed encomiabile, ma poi leggo la guida e mi accorgo che dice che “dobbiamo ricorrere alla nostra Madre celeste perché possa intercedere per noi e ci guidi alla conversione del cuore”. Eppure i santi apostoli ci hanno detto che l’unico mediatore fra Dio e gli uomini è Gesù Cristo (prima epistola di s.Paolo a Timoteo cap. 2 verso 5).
    Per cui rivolgiamoci a Lui, al Signore!
    Leggo inoltre che la “dinamo” è recitare il Rosario in una forma diciamo più estesa. Ma Gesù ci ha detto di non ripetere le preghiere (nel sesto capitolo del Vangelo di s.Matteo) e ci ha dimostrato come si prega quando con delle semplici parole ha detto quella bellissima preghiera spontanea che tutti conosciamo come Padre Nostro. Perché dobbiamo sempre rendere tutto così complicato?
    Un saluto

    • Monica scrive:

      caro renato,
      mi scuso anticipatamente per la mia ignoranza teologica e piccolezza spirituale…ma mi viene da dirti con tutto il cuore alcune delle ultime parole che Gesù ha pronunciato sulla croce rivolgendosi a Maria e al discepolo amato “Donna ecco tuo figlio, figlio ecco tua madre”. Personalmente, rivolgendomi a Maria per trovare Gesù; rapportandomi alla sua vita, in contemplazione del suo Dio (e Figlio), per vivere la mia, in contemplazione del mio Signore; meditando i misteri del rosario (che non fanno altro che portarci alla presenza di Cristo, aprendo il cuore con la preghiera e vivendo, assaporando, accogliendo all’istante quello che lui ha vissuto per noi)…ecco, facendo tutto questo, credo fermamente di compiere quello che Gesù ha detto, accolgo Maria come mia madre. Lei è lì che mi aspetta. Non vede l’ora di condurmi al Cielo…
      Maria per me è la via più umile, sicura e buona per arrivare a Dio di cui è serva, a Gesù di cui è madre e allo Spirito Santo di cui è sposa.
      Non c’è niente di complicato.

      un saluto :o )

      Monica

    • freigabriel scrive:

      Carissimo Renato, ho letto solo oggi le tue belle parole. Certo dobbiamo sempre  praticare unicamente quello che dice la scrittura. Noi facciamo parte di una famiglia, la famiglia di Gesú e credo che nessuno conosca meglio Gesú di sua Madre, che ci fu e ti fu data come Madre dallo stesso Gesú e sua unica missione é donarci il Figlio. Tu pure sei uno che porta gli altri a Gesú, che lo fa amare e non credo che Maria, la piena di grazia, sia inferiore ad ognuno di noi in questo> Esa ci ripete: "Fate tutto quello che Lui vidirá". Siamo noi a volte che facciamo confusione, confondendo i ruoli, non Maria. Prega anche per me, perché abbia una fede genuina. io pregheró perché tii sia concesso di vedere con gli stessi occhi di Gesú, Maria, la Theotokos. Um forte e fraterno abbraccio. Frei Gabriel dal Brasile.

  • http scrive:

    Codesto intervento mi trova realmente d’accordo. Dal mio punto di vista il sito http://www.dinamospirituali.it è postoveramente come
    si deve, mi piace. Bel lavoro davvero, buona giornata.

Lascia un Commento